Approfondimento #14

Impresa 4.0:
come affrontare con successo
la quarta rivoluzione industriale

Cogliere al meglio le nuove opportunità in campo digitale e fare della quarta rivoluzione industriale il traino di un nuovo ciclo di sviluppo: questi i temi al centro del Road-Show promosso da Confindustria Umbria in collaborazione con Confindustria Digitale e Federmeccanica, realizzato con l’obiettivo di sostenere le PMI ad avviare percorsi di crescita attraverso la trasformazione digitale, cogliendo i vantaggi e gli incentivi offerti dal piano Industria 4.0.

Industria 4.0 rappresenta una vera rivoluzione trasversale, sia per dimensioni che per settori merceologici, che se non sfruttata adeguatamente porterà le aziende inevitabilmente verso la periferia del proprio mercato e del proprio settore.

È dunque fondamentale per le PMI attivare un percorso di trasformazione digitale competitivo e compiere tutti passaggi necessari per accedere alle nuove tecnologie, alle competenze e alle risorse.

Big Data, Digital Marketing, Social Enterprise: sono gli strumenti che ad oggi l’impresa deve sfruttare al meglio per conquistare i consumatori digitali, come sostiene Massimo Palermo, Country Manager di Avaya, azienda leader nelle soluzioni per l’engagement di clienti e team.

Uno dei maggiori punti di forza che accompagna la crescita delle aziende è certamente dato dalla visibilità sul web e sui canali social: strumenti che consentono di amplificare al massimo i concetti di conoscenza, condivisione e relazione. Potremmo chiarire il pensiero di Massimo Palermo attestando che l’evoluzione aziendale passa anche attraverso la presa di consapevolezza su quanto sia importante investire nel miglioramento del customer relationship marketing (volto ad incoraggiare una forte e duratura connessione del cliente con il brand. N.d.r.), unito ad una strategia chiara ed efficace basata sul digital marketing (l’utilizzo delle tecnologie digitali per creare una comunicazione integrata, mirata e misurabile che aiuti ad acquisire e fidelizzare i clienti, costruendo strette connessioni con questi ultimi. N.d.r.).

Il rischio per le aziende che non lo faranno sarà quello di ritrovarsi perdenti in termini di competitività e di crescita. La mossa vincente per le PMI è, invece, quella di operare questa rivoluzione affidandosi ad esperti del settore, facendo squadra e condividendo gli obiettivi, affinché dall’ascolto reciproco e dalla professionalità di ciascuno possa nascere un progetto di comunicazione digitale efficace, che unisca sapientemente anche sito web, blog, social media e App. È importante, inoltre, che tutto il sistema lavori armoniosamente e con una strategia ben precisa. A questo proposito, il primo fondamentale punto da cui partire è quello di fare un’analisi preventiva che aiuti a chiarire idee ed obiettivi da raggiungere.

Saper scegliere lo strumento giusto per dialogare con il proprio target è alla base di una comunicazione vincente, e fa la differenza. L’abilità sta proprio nel saper costruire una strategia integrata che unisca differenti media e strumenti. Ad esempio, un video realizzato professionalmente e reso visibile nei giusti mezzi di comunicazione consente il raggiungimento di importanti risultati in termini di visibilità e gradimento, al contrario un video realizzato in modo approssimativo e postato nei canali sbagliati rischia di trasformarsi in un boomerang. Individuare i giusti percorsi digitali, metterli al centro del proprio progetto di promozione ed investire insieme ad un team di professionisti costituirà per l’impresa l’asso nella manica che le consentirà di costruire un’indimenticabile customer experience (modo in cui il cliente percepisce l’interazione con un determinato brand a livello sia conscio che inconscio N.d.r.) per i propri clienti e prospect.

Come dice Luisa Spagnoli: “CREARE QUELLO CHE NON C’E FA LA DIFFERENZA”